Ambiente e Societa

Materiali naturali e sostenibilità nel moderno design

 

Il design è compatibile con il concetto di sostenibilità ambientale? La risposta secondo i sostenitori del design sostenibile ed ecologico è, certamente sì!

Design sostenibile significa massima attenzione all’ambiente nel procedimento di produzione industriale o artigianale. Questo obiettivo può essere raggiunto mediante una progettazione attenta che permetta di ottenere un prodotto di design che sintetizzi la funzionalità con l’estetica dalle linee  piacevoli e l’utilizzo di materiali naturali ed energia rinnovabile.

Una nuova start up che ha preso le mosse da questa idea affascinante è Decor Design Art 3D & Design, che crea oggetti di design moderni e di grande impatto visivo.

Il principio da cui si parte è quello dell’economia circolare che permette una forte contrazione dei costi economici e con un impatto ambientale davvero bassissimo.

Quali materiali vengono utilizzati per ottenere questi prodotti? Il primo posto lo merita senz’altro il legno, tradizionalmente utilizzato per costruire diversi tipi di oggetti e oggi riscoperto dopo anni in cui è stato sostituito da materiali plastici di ogni genere in nome della funzionalità. Il legno è un materiale ambientalmente sostenibile visto che il suo ritmo di crescita è ampiamente superiore al suo utilizzo. La normativa europea in tema, peraltro è molto severa e non mette in alcun modo in crisi la presenza delle foreste nel nostro continente e ultimamente anche altri paesi stanno rivedendo la legislazione vigente in materia di autorizzazioni al disboscamento in modo da salvaguardare la presenza delle aree verdi sulla terra.

Un altro materiale ecosostenibile e davvero sorprendente che viene utilizzato con successo nell’eco design è la canapa le cui fibre possono essere utilizzate al posto della plastica per realizzare oggetti moderni e molto belli attraverso stampe 3D di grandi dimensioni. La canapa rappresenta una fondamentale risorsa naturale, così versatile che in molti casi può sostituire persino il petrolio, oltre a rappresentare un’alternativa ecologica al cotone, una risorsa alimentare e una materia prima adatta alla fabbricazione di carta e materiali edili.

Si tratta infatti di un materiale estremamente malleabile ed elastico che davvero rende possibile creare un’infinità di oggetti a impatto ambientale zero.

Altro materiale duttile e interessante per l’utilizzo nel design è il PLA, ovvero il poliacido lattico, materiale che deriva dal mais, grano e barbietola da zucchero, naturalmente trasparente ma colorabile a piacimento.

Ci sono frontiere all’idea di poter creare senza intaccare le risorse naturali? Sembra proprio di no: dobbiamo quindi abbandonare le nostre vecchie idee che vedono la plastica come un materiale praticamente indispensabile alla vita per iniziare a concepire l’idea che il bello e l’utile possano essere perfettamente conciliabili con l’ambiente.