Ambiente e Societa

Piccoli gesti per risparmiare sull’acqua

Piccoli gesti per risparmiare sull

L’acqua è un bene prezioso e, sfortunatametne, limitato: quante volte ce lo siamo sentiti ripetere da piccoli? Tuttavia, a differenza di quelli che possono pensare i più, l’unicità dell’acqua è stata sancita anche da una direttiva europea. La Direttiva 2000/60/CE recita che l’acqua è una risorsa irripetibile e a rischio e, a pari di altri patrimoni, deve essere protetta e preservata.

In quest’ottica, il risparmio sullo spreco d’acqua diviene essenziale: non si tratta più di un semplice abbassamento di costi della bolletta. Si parla invece di un vero e proprio atto di salvaguardia di questo bene così prezioso che, inevitabilmente, va ad incidere anche sul livello di inquinamento ambientale.

Un minore spreco di acqua, infatti, andrebbe a diminuire l’inquinamento di laghi, fiumi e in generale di tutti i bacini idrici presenti nelle vicinanze: da un lato infatti, è risaputo come tubature  e fognature italiane abbiano bisogno di una notevole manutenzione. Dall’altro, un alto livello di inquinamento è anche assicurato da un sovraccarico dei sistemi fognari.

Entriamo quindi nel vivo della questione “risparmio”, e vediamo alcune semplici dritte da rispettare per assicurare un risparmio idrico nelle proprie case.

Come già detto in precedenza, il sistema di tubature italiano non è certamente famoso per il suo perfetto funzionamento. Sempre maggiori sono le segnalazioni di ingenti perdite in numerosi comuni. Le falde ad un tubatura possono essere tali da provocare veri e propri disastri: anche da una piccola rottura, si possono perdere fino a 20 litri di acqua. E ovviamente, più l’apertura nelle tubature è grossa, maggiore è lo spreco. Quindi sicuramente il primo passo verso una corretta gestione dell’acqua della propria casa è un’attenta e costante analisi del proprio sistema di tubature.

Sempre rimanendo “all’interno” della propria casa, un’altra particolare attenzione va data allo sciacquone del bagno. Sembra un’esagerazione forse, ma ad ogni utilizzo dello sciacquone si perdono fino a 10 litri di acqua. Qualora si stia rimordernando il proprio bagno, si può approfittare dell’occasione per sostituire vecchi elementi per installare nuovi apparecchi a flusso basso o differenziato, in modo tale da risparmiare quasi 8 litri di acqua ad utilizzo. Se invece si vuole optare per un metodo più casalingo, si deve posizionare una bottiglia di plastica riempita con sassolini e acqua. Questo semplice gesto, permetterà di risparmiare acqua ogni volta che si tirerà lo sciacquone.

Ma il problemi maggiori spesso si annidano all’esterno, nei giardini e negli orti delle case. Sarà scontato precisare che gli irrigatori d’acqua rappresentano una fonte di spreco incredibile. Se ne deve quindi spesso accertare l’orientamento, per evitare che l’acqua venga indirizzata verso la pavimentazione o verso zone poco utili.

Infine, meno scontato, è il limitato uso di fertilizzanti che causano un eccessivo assorbimento dell’acqua: è infatti sempre consigliato l’uso di fertilizzanti di tipo naturale, che diminuiscono questa sgradevole conseguenza.

Con pochi piccoli gesti è semplice evitare sprechi: perché non iniziare già da ora?

Post Comment