Smaltimento e rigenerazione dell’olio motore esausto

 

 

L’olio motore esausto è inquinante e pericoloso, quindi va sottoposto a dei trattamenti di smaltimento e di rigenerazione. In Italia con la messa in atto dell’economia circolare, l’olio motore esausto viene trattato finche da materiale inquinante viene rigenerato e riusato positivamente, si hanno cosi effetti positivi sia per l’ambiente che per l’economia.

Consumo dell’olio motore

Il consumo dell’olio motore è enorme, i motori oltre al carburante, diesel o benzina, consumano anche olio lubrificante. Fortunatamente molto meno oggi di qualche anno fa, grazie ai miglioramenti apportati dagli ingegneri che studiano i motori e i loro consumi.

Alla fine del secolo scorso, i motori consumavano olio in quantità veramente esagerate rispetto a quelle odierne; si arrivava a consumi di 10 litri ogni 1000 km di percorso fatto. Attualmente, i consumi di olio motore, sono considerevolmente diminuiti, attestandosi a 500 cm3 ogni 1000 km.

I motori a combustione interna delle auto e moto, e dei macchinari industriali e agricoli usano oli lubrificanti minerali o sintetici. L’olio, dopo l’accensione del motore, è sottoposto a trasformazioni chimico-fisiche e quindi tende a consumarsi, finché dopo un determinato ciclo di chilometri effettuati, deve esse sostituito.

L’olio motore esausto, in quanto molto inquinante, deve seguire una procedura di smaltimento corretta cosi come recita il Decreto legislativo 27 gennaio 1992 n. 95 “Norme relative alla eliminazione degli oli usati”. Innumerevoli sono i danni che l’olio motore esausto può provocare alla natura se disperso sulla terra o in acqua. Se invece viene bruciato, contamina con sostanze inquinanti che possono causare intossicazioni e danni alla salute.

A Roma vi sono aziende private di raccolta e smaltimento che su richiesta, smaltiscono oli usati per poi rigenerarli. Una di queste aziende, che gestiscono lo smaltimento dei rifiuti in maniera professionale, efficiente e puntuale è Nova Ecologica s.r.l.

Come avviene il riciclo

L’olio motore raccolto, dopo attente analisi viene avviato alla fase di riciclo e smaltimento: tramite rigenerazione che consiste in produzione di nuove basi lubrificanti o se ciò non sia possibile, tramite combustione, se anche ciò non sia possibile, tramite incenerimento.

 

La rigenerazione dell’olio motore usato

La rigenerazione dell’olio motore usato è il processo che permette di trasformarlo in una base di olio motore rigenerato, le cui caratteristiche sono uguali a quelle degli oli motore ottenuti con la lavorazione del petrolio greggio. La rigenerazione produce un rendimento molto alto, difatti da 100 kg di olio motore esausto si ottengono circa 65 kg di olio base rigenerato e circa 25 kg di gasolio e di bitume.